Archivi per novembre, 2010

Eugenio e Arturo

Postato lunedì, novembre 29th, 2010 at 10:40

Eugenio e Arturo li ho incontrati alla fattoria Alveape, nei pressi di Urbino, sabato scorso. Erano venuti a festeggiare, come me, l’uscita di China box with Topor, un bel librino che Ciro Fanelli ha fatto per Lamette Comics.

I genitori di Eugenio e Arturo sono apicoltori e stano ricostruendo una vecchia casa con le loro mani, per andarci a vivere. Nel frattempo hanno vissuto per un anno in una roulotte, mentre ora stanno fraternizzando con i topolini in un pollaio, in attesa di concludere i lavori. Questa sì che è bio-edilizia!

Ecco i ritratti di Eugenio e Arturo colorati da loro stessi medesimi.

eugenio2

arturo2

Bruxelles è un collage

Postato lunedì, novembre 22nd, 2010 at 12:49

Amo Bruxelles.

Amo vagare per le sue strade in giorni qualunque, sotto la pioggerella perpetua, scomponendo il collage urbano per ricomporre i pezzi a mio piacimento.

Bruxelles è un collage di razze, sapori, musiche, vecchio e nuovo. C’è una tale mescolanza di razze che quando parlo con le persone, una volta su due il mio stentato accento francese è comunque più francese di quello del mio interlocutore. La zona del vecchio porto ora è una cittadella araba costellata di moschee, sale da the, bouchèrie halal. Il quartiere africano Matongè ha lo stesso nome di un quartiere di Kinshasa e la domenica si cammina tra i capelli tagliati delle donne, sparsi sul marciapiede.

Tutto ha un tono minore rispetto all’Italia, non c’è nulla di urlato. C’è meno spazio per l’apparenza, più spazio per la creatività.

(per meglio leggere le immagini, comme d’abitude, basta cliccarci su)

BXL2

…eccomi già mimetizzata!

La mia amica Chiara che mi ospita qualche giorno chez sa petit maison, canta in un piccolo coro, formato da amiche italiane come lei emigrate a Bruxelles da ormai diversi anni. Il gruppo si chiama Puntine Acustiche e il repertorio è quello dei canti italiani di emigrazione di fine e inizio Novecento. Chiara mi ha coinvolto in una delle loro prove, in qualità di super-eroina che ancora resiste nel vivere sull’italico suolo…

Trenta giorni di nave a vapore

fino in America noi siamo arrivati

abbiam trovato nè paglia e nè fieno

abbiam dormito sul nudo terreno

come le bestie ci tocca riposà…

BXL1

Argini padovani

Postato lunedì, novembre 8th, 2010 at 16:10

Mentre il Bacchiglione travolge gli argini incurante degli sforzi costrittivi di cemento, dell’antropizzazione forzata da decenni e dell’ansia degli imprenditori padovani, argini di altro genere nascono e agiscono nonostante gli sforzi costrittivi di videosorveglianza, le politiche securtarie che portano le camionette dell’esercito a parcheggiare fisse di fianco al panettiere, e il vessillo della cultura veneta che veleggia fiero di un unica sola grande fiera del vino.

Si chiama Reality shock, è un piccolo e accogliente circolo culturale gestito dalle ragazze e dai ragazzi del collettivo di Scienze politiche. il programma delle iniziative è ricco e variegato. Musica, readings, dibattiti e laboratori di inchiesta e autoformazione.

Io ci capitai per portare aria kurda e per me veneta-in-fuga-dal-veneto è sempre una piacevolissima sorpresa imbattermi in correnti che osano andare in controtendenza con determinazione. Bravi fioi, ancora grazie e buon primo compleanno!

realityshock