Archivi per maggio, 2011

ESCE DALLE TANE!

Postato giovedì, maggio 26th, 2011 at 15:25

Non lo sai cosa c’è nelle tane, non prima di averlo visto. Delle volte non ti accorgi neanche che c’è una tana, ti sembra solo un mucchio di terra in mezzo al prato, una spaccatura nel tronco di un albero, un altro foro nella roccia. Poi però, se hai pazienza di far passare l’inverno, ti accorgi di un naso che spunta o di un battito d’ali e capisci che lì ci sono delle tane con degli abitanti dentro.

Marina si aggira con quaderni di mille misure per catturare le sue prede. Ma è questione di un attimo, il tempo di imprimere il loro guizzo sul foglio, e poi le lascia libere di tornare nelle tane a condurre la loro esistenza misteriosa.

dalletane_cover-1

A Giugno esce, esce DALLE TANE, un albo di illustrazioni inafferrabili, una raccolta di impronte appena evase. Correrà per Giuda Edizioni sui banchi dei festival, nelle librerie, per la strada, dappertutto.

State pronti.

dalletanefoto

ACQUA LIBERA!

Postato domenica, maggio 22nd, 2011 at 12:07

acqualibera

www.acquabenecomune.org

l’ammazzacaffè

Postato mercoledì, maggio 18th, 2011 at 17:55

Con Simone Cortesi si studiava insieme all’Accademia, spalla contro spalla alle lezioni di Faeti. Giovanissimo, sta diventando sempre più bravissimo. Ha un blog che si chiama l’Ammazzacaffè. In cambio di una bustina di zucchero mi ritrovo un portentoso ritratto tratteggiato con la sua irresistibile prosa on-the-road-della-bassa.

Vai Simo, vai a mille all’ora.

Marina è illustratrice e fumettista.
Il pubblico l’ha conosciuta con il Kurden People post Komikazen Festival. Dei suoi libri però potete avere notizie sul suo bellissimo blog.
Tecnicamente parlando indefinibile, ha affrontato e vinto tutte le tecniche. Appendavamo ( appendevamo?) i grandi fogli uno vicino all’altro in accademia, e i suoi lavori erano un fuoco d’artificio di colori, di mani sporche di vernici, di matite, di segno poderosi.
Una volta mi ha disegnato mentre disegnavo e ci ho ancora quel disegno.
E pure la trilogia della Gatta Matta.
Te la ricordi Marì?
Ha un segno vibrante, deciso ma leggero come una foglia che si lascia ninnanannare dal vento.
Ti porta l’occhio da una parte all’altra del foglio, fa una piroetta, diventa un grandissimo maiale e scompare dentro un albero. Approfittando di una forte corrente ascensionale sale sale sale in alto, bacia i colori, danza con qualche ruga di faccia di vecchietto. Gioca con i bambini e si lascia cadere esausta.
Piano piano. Come una foglia.
Marina ama la natura e io amo questa cosa. Nelle sue storie e illustrazioni è forte la componente animalo floristica. Reinterpreta in modo personalissimo anzi, vive, in modo personalissimo ogni animale, ogni pianta.
Perchè le conosce.
Tra l’altro, questa illlustrazione nasce proprio da una gitarella che ha fatto al Bosco Panfilia di Sant’Agostino, qui vicino a casa mia. Fermandosi al Bar Sport di Bentvòi, Marì ha trovato l’idea per the ammazzacaffè.

barsport

Artusi

Postato lunedì, maggio 16th, 2011 at 15:55

Solo al Salone del Libro di Torino l’Artusi portava una copertina così:ARTUSI

PRIMO ALBERO

Postato venerdì, maggio 13th, 2011 at 13:04

elenamorando

Non tirate le somme

buttate i dadi costringete i pugni,

affiorate le labbra

Le labbra parlano sono rose,

le labbra parlano sono il primo

il primo albero prima degli uomini

che non è seme è già all’albero,

nell’idea

Per questo porgete il suolo,

ammollate le ossa

fasciatevi di pianto,

tutte le madri che non hanno figli

e i figli senza corpo sono nel mondo

Il verbo cresce di petali sparsi

dove ha inizio;

nell’idea,

nella forma di idea

E se donate spargete di verbo il mondo,

tutto il gentile dei rami delle gemme scosse

tutta la brezza che venatura cambia sull’erba;

sarà già mondo annunciato

e gioia

E io primo albero,

cominciamento di vegetale carico

sono frondoso e tutto simile

E per questo da me

ogni corpo contengo.

donna che piove

Postato martedì, maggio 10th, 2011 at 15:40

donna-chepiove

donne che volano

Postato lunedì, maggio 9th, 2011 at 19:03

Le donne che volano

sempre minacciano pioggia.

donnachevola1

donnachevola2

donnachevola3

BELLA CIAO

Postato giovedì, maggio 5th, 2011 at 12:01

Sono infinite le storie che possono essere disegnate sullo spartito di Bella ciao, storie di sacrificio, di lotta e d’amore.

E anche queste tavole che ne raccontano una, in realtà ne vogliono contenere tante.

Tante, come le mani di chi si oppone alla devastazione del pianeta, ricostruendo e conservando con pazienza saperi e sapori biodiversi, tante come le mani di chi continua a voler piantare i propri semi, differenti da quelli imposti, tante come le mani di chi si ostina a seminare bellezza anche sui terreni che più hanno sofferto le conseguenze di una crescita economica selvaggia.

coverA4

01BELLACIAO

02BELLACIAO

03BELLACIAO

04BELLACIAO