INTENTI RADICALI ESTIVI

Postato il martedì, settembre 6th, 2011 at 11:15

É inutile nasconderlo, siamo già a settembre e neanche quest’estate sono riuscita a compiere la completa metamorfosi in faggio con le sue sue belle faggiole e le sue radice bigie. Se così fosse ora potrei scrivervi dal profondo umido della foresta, oppure non scrivervi affatto perchè sarei intenta a far gozzoviglie coi ragni e coi ramarri.

E invece son ancora qui, sotto un portico arancione, come durante quasi tutto quest’ultimo periodo. In quel quasi però ci ho provato, a trasformarmi dico, e a tratti son stata sul punto di esserci riuscita.

Come per esempio quella volta che ho scalato una montagna con la bici e ho dovuto pagar la notte in rifugio con una pittura, chè mentre si faceva tardi i miei pedali continuavano a salire invece di mollar la presa, infischiandosene del fatto che in tasca non avessi un soldo:

portafranca

O quella volta che con Rocco abbiam incontrato tutti i bambini, dico tutti, quelli di Ancona, e mentre pensavamo di insegnar loro a disegnare, siamo stati invece noi a ricevere lezioni sulle tecniche di nuoto…

toccolasabbia

…e così ci siam adeguati al nuovo metodo e abbiam raccolto quasi cento storie a cui qui si può dar una bella sbirciatina!

metodo

E infine, sempre con Rocco, ci siam davvero quasi riusciti a mettere radici, quella volta che Silvia e Nicola ci hanno prestato la loro casa, ma soprattutto il loro grande orto, e ci siam trovati a stringere amicizia coi fiordalisi e le coste in tecnicolor.

Ecco ecco quasi non ci si distingue più…

orto1

orto2

Puoi lasciare una risposta, o un trackback dal tuo sito.

7 Responses to “INTENTI RADICALI ESTIVI”

  1. pornonichilista scrive:

    complimenti soliti aq parte e bla bla bla blablabla…che caspio! il vostro amico i cavoli li ha piantati a giugno per averli così!
    Io sto lottando contro le cavolaie adesso che siamo a settembre, li come hanno fatto in piena estate???

  2. Maga Magira scrive:

    Cavoli! Anche noi avremmo voluto chiedere come cavolo avessero fatto, ma questi se ne stavano al mare e noi lì a innaffiare e insomma col cavolo, abbiam pensato che forse fosse l’aria delle foreste casentinesi, l’aura del poverello della Verna o più probabilmente l’imperscrutabile magia fricchettona!

  3. pornonichilista scrive:

    mmmm…non posso farmi battere dai fricchettoni, va contro la mia etica ortofrutticola…sto già vincendo contro la cavolaia usando il macerato di germogliature di pomodori

  4. simòn scrive:

    marì! sto provandoti a rispondere al commento da mò, solo che il compiuter non mi riconosce come suo legittimo padrone, mah!
    graziemarì, io e il gabri siamo già una sola persona. solo che quando voglio sentirmi vivo bevo l’intruglio e divento Mr. Gabri!
    non a caso non ci vedi mai in foto insieme.
    Grazie mille marì, quando a Bologna presenteremo il fumetto ti voglio lì eh, a tifar per noi! bacissimi bellona!
    e comlimenTANE!

    (che belle foto, il buon Paolo sarebbe fiero di te, a me piace quella rosaflash!)

  5. Maga Magira scrive:

    Bello Simò, io ci sarò!
    salutami il Paolo, a cui a questo punto dedico il mio reportage ortofrutticolo!

  6. Cevì scrive:

    aaaaaaaaaaaaaaaaah che colori, che meraviglia!!!!!

  7. Maga Magira scrive:

    yeeeeeeeeeeeeeeeH e giuro niente ritocchi fotoscioppi!!! baci cevi!

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.