Archivi per novembre, 2013

Nomadisegni al Rovescio e Tra i Ponti

Postato mercoledì, novembre 27th, 2013 at 15:32

ROVESCIO-locandinaweb

TraPONTIfestWEBTRAPONTI_INFEST_STAMPA_INTERNO

Nomadisegni a L’Aquila

Postato lunedì, novembre 25th, 2013 at 13:27

LAquila29novembreWEB

In centro a L’Aquila sono pochi i passanti. Sarà che da quasi cinque anni nelle case non ci abita più nessuno, sarà il freddo che punge feroce, ma in giro per le strade incrociamo solo operai edili, al lavoro in quei cantieri che incominciano piano piano a svuotare i palazzi dalle macerie.

Oppure alpini che si scaldano le mani soffiandoci sopra, mentre con le loro camionette presidiano le vie ancora blindate, tra i goccioloni della neve che si scioglie colando giù dalle impalcature.

Poco fuori dal centro, l’anno scorso Giuliano era riuscito a riaprire la Libreria Polarville, un caffè letterario che prima del terremoto era punto di riferimento e luogo d’incontro per appassionati di libri, musica e cinema. La speculazione sugli affitti e la totale assenza di un piano urbanistico su cui fare affidamento, hanno in pochi mesi costretto Giuliano alla chiusura. Ma con Novenove Cityrockers, il gruppo di cui fa parte, continua a organizzare eventi e concerti, in attesa di trovare un nuova tana per libri e dischi. Speriamo davvero che sia pronta per quando torneremo a trovarlo.

02

063

04

082

12

13

18219

Tutta discesa fino in Abruzzo

Postato domenica, novembre 24th, 2013 at 18:36

comics'n'rollWEB

SEGNI DI ALTRO GENERE – quando l’illustrazione parla di violenza sulle donne

Postato mercoledì, novembre 20th, 2013 at 16:36

storie di altro genere

La Casa delle donne per non subire violenza ONLUS promuove, per il secondo anno, la mostra collettiva contro la violenza di genere.

Parteciperò con un’inedita storia a fumetti, tra le opere di:

Elisa Abela, Silvia Bolognesi, Chiara Carrer, Mariana Chiesa Mateos, Gianluca Costantini, Darkam, Otto Gabos, Sara Gavioli, Francesca Ghermandi, Gabriella Giandelli, Marina Girardi, Riccardo Guasco, Marta Iorio, Monica Martinelli, Franco Matticchio, Martina Merlini, Misstendo, Octavia Monaco, Angelo Monne, Amalia Mora, MP5, Claudia Palmarucci, Emiliano Ponzi, Davide Reviati, Michele Rocchetti, Giulia Sagramola, Liliana Salone, Alessandro Sanna, Guido Scarabottolo, Laura Scarpa, Stefania Spanò, Daniela Tieni, To/Let, Arianna Vairo, Martina Vanda, Vanna Vinci, Olimpia Zagnoli

L’inaugurazione si terrà sabato 23 novembre – h.18 Palazzo d’Accursio Sala d’Ercole Bologna

LA-PIAVE-fiuminicidio-web2


A Clermont Ferrand-Rendez vous Carnet-de Voyage

Postato mercoledì, novembre 13th, 2013 at 13:40

ob_52d8a5_affiche-clermont-ferrand

Si parte, con Kurden people, candidato ai premi Médecins Sans Frontières e Club de la Presse Auvergne -e naturalmente con Nomadisegni- per il Festival de Carnet de Voyage di Clermont Ferrand… a bientot!

Rendez-Vous Carnet de Voyage è un Festival super genial. Un’organizzazione impeccabile, un pubblico attento e curioso affamato di disegni, storie, viaggi, e più di 100 autori internazionali a raccontare e condividere i loro bellissimi lavori raccolti on the road. Il mondo disegnato si incontra a Clermont Ferrand e, come dice il nome dell’associazione che lo cura da 14 anni: il faut aller voir!(e meme si Kurden people n’a pas gagnè les prix… c’a etè un grand grand honneur!)

In ordine di apparizione, i miei abbracci a: Dario Grillotti, Jérome Agostini, Damien Roudeau, Nicolas Jolivot, Roberto Lapisanplus, Simon Hureau, Olivier Kugler, George Butler, Lydiane Greaud e Vincent Baron, Miguel Herranz, la petite Anne, Emily Nudd Mitchell, Ivan Krasnobaev, Samir…et puis Michel Davinroy, Sebastian Loerscher, Carnettistes Triboulantes, Carola Zerbone, Roberto di Costanzo, Jeroen Janssen, Jimmy Kosolosky, Violette Gentilleau, Veronique Massenot, Bruno Pilorget, Marc Abel, Pablito Zago, Elisa Pellacani, Joel Alexandra, tutti i carnettisti di Matite in viaggio, nonchè Anais e Marie di Il faut aller voir…e a Cyrille aussi!

card


Trifora Ungherese a Venezia

Postato mercoledì, novembre 6th, 2013 at 19:13

szabolcsweb

A Venezia, tra le grandi navi che grondano masse di turisti a immobilizzare la città mentre sempre più abitanti se ne vanno, anno dopo anno,

in mezzo al traffico di taxi, gondole e vaporetti, in aumento nonostante l’incidente mortale di quest’estate sotto il Ponte di Rialto,

sulle fondamenta che cadono a pezzi perchè tutti i fondi pubblici da anni finiscono nelle tasche di chi dice di occuparsi della costruzione del Mose,

-un sistema di paratie mobili che dovrebbe salvare la laguna e invece la trascina sotto le acque sempre più alte di corruzione e malgoverno-

c’è una grande casa che si chiama Cà Raibi, abitata da pescivolanti resistenti che uniscono le forze per creare uno spazio d’incontro e di condivisione,

dove può succedere che la trifora del salotto diventi cornice per il trio di musicisti ungheresi di Szabolcs Szőke, che in cambio dell’ospitalità e di un pranzo vegetariano degno di nozze, ci hanno regalato la loro musica straordinaria.

…e come diceva Andrea Zanzotto nel suo Filò: aàh Venessia aàh Vanègia aàh Venùsia…

szabolcs2web

peterweb

danielweb