Archivi per agosto, 2014

Nomadisegni a Formia

Postato domenica, agosto 24th, 2014 at 20:45

papaverieaceto-formia-web
fib-formia

Formia ha origine mitica e una lunga storia da raccontare: dalle disavventure di Ulisse alle distruzioni della seconda guerra mondiale, dalle campagne dove si produceva il vino Falernum alle rovine industriali ancora in piedi. Siamo partiti dal centro storico di Mola, abbiamo percorso le strade della periferia orientale della città, siamo scappati dalla pioggia e siamo approdati al monte di Gianola da cui lo sguardo abbraccia, come i Monti Aurunci, tutta la città. Le storie create dai fumettociclisti hanno trovato infine il loro posto tra la brezza del mare e il tramonto del Golfo di Gaeta.

NMDS-COMBO3

Nomadisegni a sud!

Postato lunedì, agosto 18th, 2014 at 19:33

locandinaILVICOLOweb

locandinaAFRA2web

San Nicola Arcella è un piccolo paese dell’Alto Tirreno, in Calabria. Il vecchio borgo marinaro è sospeso tra un casinò abbandonato e la spiaggia affollata dai turisti. Michele D’Ignazio, che in inverno scrive per i bambini le storie di una matita, ci invita al Vicolo Vineria, il locale che gestisce nel centro storico durante l’estate. Lo spettacolo della cantastoriessa riempie una piazzetta dove tavolini e sedie finiscono dentro alle cantine. Le mura vetuste e i vicoli meno frequentati finiscono tra i nostri appunti disegnati. Con Michele saliamo sui monti che sovrastano il paese a conoscere Caterina, intenta a preparare la cena per i suoi figli pastori. Il gregge non scenderà prima di sera dalle cime ripide e sassose, quando noi saremo purtroppo già ripartiti.

Nel bel mezzo del Molise invece, la regione che dicono non esista, in un vicolo del centro storico di Larino, dentro a una stanzetta piena di libri, come un tesoro, scopriamo il Circolo Culturale Afra. Ci accolgono la sua fondatrice Caterina Franceschini, che da anni scava il solco per piantare i semi della cultura condivisa, insieme a Cinzia Minotti e Chiara Scarpone, creatrici di Alberi Sonori per il recupero di musiche tradizionali. Insieme a loro scendiamo alla fonte delle storie del borgo, intrecciamo storie e scacciamalocchi, disegniamo strade e tratturi, cantiamo di amori e cospirazioni fino a tarda notte.

Quando però arriva l’ora della janare anche le migliori compagnie si devono separare.

NMDS-COMBO1