MAMA NERA BLUES

Postato il giovedì, ottobre 30th, 2014 at 11:52

MAMA-NERA--BLUES

Le mostre che avremmo dovuto allestire nelle botteghe del quartiere S.Agata a Ravenna, per la decima edizione di Komikazen, Festival Internazionale del Fumetto di Realtà, volevano essere dedicate al ricordo di Tina, una donna nigeriana, che in questo quartiere risiedeva e gestiva un’attività commerciale e che nell’inverno del 2010 è rimasta vittima delle esalazioni di una stufa difettosa. I contatori del gas le erano stati piombati perché non riusciva più a fare fronte al pagamento delle utenze e da poco la donna aveva dovuto anche chiudere il negozio, piegata dal peso delle multe piovute in seguito ai severi controlli del comune, controlli che si erano inaspriti in coincidenza con le riunioni di residenti del quartiere organizzate dal PDL.

La dedica a Tina è stata letta come un atto di accusa al partito di destra e le polemiche nate di conseguenza hanno spinto gli organizzatori del festival a trovare un’altra sede per l’esposizione. La mia bicicletta da pittrice ha così dovuto cambiare strada e parcheggiarsi davanti alla libreria Dante, che si è offerta con grande disponibilità di ospitare le nostre opere in mostra.

Il blues disegnato che è sbocciato durante i giorni di Komikazen questa volta è dedicato alle due bambine nate albine, che dopo l’incidente di quattro anni fa sono rimaste orfane della loro mamma, Augustina Chioma Ononiwu Mc Kinnon detta Tina.mama-nera-in-bici

Le risposte sono chiuse, ma puoi lasciare un trackback dal tuo sito.

Comments are closed.