Archivi per categoria: laboratori

Il disegno che respira – In cerca della luna

Postato venerdì, agosto 10th, 2018 at 12:45

il-disegno-che-respira-settembre

sabato 15 – domenica 16 settembre 2018

IL DISEGNO CHE RESPIRA

IN CERCA DELLA LUNA

disegno e pittura in natura

Con Elisa Macci e Marina Girardi

Due giornate tra i boschi di Monte Adone in cui l’esplorazione delle tecniche pittoriche verrà accompagnata da passeggiate, pratiche corporee e semplici esercizi di meditazione.

SABATO 15 SETTEMBRE

h 10.00 – 18.00

Il Mandala della luna

simboli, colori e gouache

con Elisa Macci

MATERIALI:

DOMENICA 16 SETTEMBRE

h 10.00 – 18.00

Autoritratto di luna piena

il gesto e l’acquerello

con Marina Girardi

Termine per le iscrizioni:

mercoledi 12 settembre

INFO:

Marina [email protected] 3336143821

Elisa [email protected] 3703064448

QUADERNI PASUBIANI

Postato lunedì, giugno 4th, 2018 at 12:10

PRATAIOLA

17-19 agosto 2018

Masetto Workshop Speciale Trekking

Quaderni pasubiani. Camminare disegnando lungo la via delle malghe
con Marina Girardi e con il naturalista Stefano Mayr

in collaborazione con Accompagnatori di Media Montagna del Trentino e con Club Bisorte

in partnership con Moleskine


Chi viene in malga con noi?”
Partenza il 17 agosto! Zaino in spalla, matite nell’astuccio, taccuino e voglia di raggiungere a piedi i sentieri del Monte Pasubio per raccontarli disegnandoli.
#
Marina Girardi è una delle ospiti di #MasettoSpecialeTrekking, una esperienza artistica e di osservazione itinerante, della durata di più giorni, volta a disegnare e fotografare lungo i sentieri che partono dal Masetto, pernottando in malga.
#
Qui potrete trovare le schede tecniche dei sentieri che percorreremo:
http://www.comune.terragnolo.tn.it/…/Anello-Giro-delle-malg…
http://www.comune.terragnolo.tn.it/…/Anello-Borcola-Costa-B…
#
Saremo guidati dal naturalista Stefano Mayr di Associazione Accompagnatori di Media Montagna del Trentino grazie al quale raccoglieremo indizi sull’habitat, sulle piante spontanee, sulle evoluzioni del rapporto tra uomo e montagna. Club Malga Bisorte aprirà le porte della propria malga a 1563 metri di altitudine s.l.m., che diventerà la nostra base per la cena e la notte del secondo giorno di trekking.

masetto

Il disegno che respira – dal Mandala all’Albero

Postato domenica, giugno 3rd, 2018 at 16:14

il-disegno-che-respira

sabato 30 giugno – domenica 1 luglio
IL DISEGNO CHE RESPIRA

Dal Mandala all’Albero, disegno e pittura in natura
Con Elisa Macci e Marina Girardi

Due giornate tra i boschi di Monte Adone in cui l’esplorazione delle tecniche pittoriche verrà accompagnata da passeggiate, pratiche corporee e semplici esercizi di meditazione.

SABATO 30 GIUGNO

h 10.00 – 18.00

L’antica forma del Mandala

simboli, colori e gouache

con Elisa Macci

DOMENICA 1 LUGLIO

h 10.00 – 18.00

Dalle radici ai rami

il gesto e l’acquerello

con Marina Girardi

INFO

https://www.facebook.com/events/174027746619147/permalink/174027753285813/?notif_t=feedback_reaction_generic&notif_id=1528230578204718

ISCRIZIONI:

Marina [email protected] 3336143821

Elisa [email protected] 3703064448

Nomadisegni sul Delta del Po

Postato lunedì, gennaio 15th, 2018 at 13:52

BOCCASSETTEwebBOCCASSETTErok

Parco del Delta del Po
9/11 novembre 2017

Università degli studi di Padova – Dipartimento di Geografia
Erasmus Master in STeDE
Master in Local Development


SVILUPPO LOCALE, ATTORI E STRATEGIE TERRITORIALl

NEL DELTA DEL PO (REGIONE VENETO)


Seminario Residenziale di studio sulle Strategie delle Aree Interne
Diretto da Marina Bertoncin e Daria Quatrida

Nomadisegni ha accompagnato 60 studenti del Master in Local Development, provenienti da tutto il mondo, durante i tre giorni di seminario residenziale sulle Strategie territoriali delle Aree Interne sul Delta del Po.
Disegno dal vero per immergerci nello studio del paesaggio, a bordo di una barca, a piedi per i paesi, in bicicletta sugli argini. Interviste agli attori territoriali: sindaci, pescatori, guide naturalistiche, agricoltori, imprenditori, biologi, insegnanti e bambini delle scuole elementari.
Mappe verbo-visuali per raccogliere, esaminare e condividere gli appunti e infine un manifesto che rappresenta in un’unica immagine tutto il lavoro di ricerca svolto sul campo e prova a creare una visione d’insieme del territorio e degli intrecci di relazioni che lo caratterizzano.

Un ringraziamento speciale a Giada Peterle e Sara Lucchetta, per la cura appassionata e la preziosa assistenza e ai bambini della Scuola Primaria di Porto Tolle per aver scritto e disegnato la mappa più bella del Delta del Po.

Full Gallery su NOMADISEGNI.it

IMG_3650IMG_1522IMG_3632

IMG_1525

IMG_3645IMG_3662IMG_3665IMG_3669IMG_3673IMG_3684

IMG_3781IMG_3786IMG_3687IMG_3697IMG_3755IMG_3754IMG_3768IMG_3789IMG_3729IMG_3747IMG_3790IMG_3798IMG_3814IMG_3733IMG_3819IMG_3852IMG_3856IMG_3859IMG_3862IMG_3866IMG_3871IMG_3877

IMG_1579

La trama nascosta del paesaggio – Trekking disegnato al Masetto

Postato martedì, luglio 25th, 2017 at 10:49

marinagirardi_latrama

“La trama nascosta del paesaggio. Trekking disegnato lungo la via del torrente”

con Marina Girardi il 26 e il 27 agosto – da Rovereto al Masetto (TN)


Ci incammineremo con i quaderni vuoti e li riempiremo piano piano raccogliendo disegni dal vero e storie del luogo. Attraverseremo il bosco, alcune frazioni della Valle di Terragnolo e la via del torrente Leno. In alcuni tratti ci toglieremo le scarpe e ci rinfrescheremo nelle acque del torrente. L’escursione a piedi partirà dal centro storico di Rovereto, terminerà al Masetto, dove il lavoro di studio del paesaggio continuerà anche il giorno successivo. Ci sarà guida l’Accompagnatrice di Media Montagna Novella Volani, con la partecipazione di Renato Stedile. Una volta giunti al Masetto ci immergeremo nell’ascolto, lasciando risuonare dentro di noi immagini, visioni, suoni e silenzi.

Il paesaggio che attraversiamo e facciamo risuonare dentro di noi, diventa una diversa dimensione possibile per il nostro essere. Intrecciando i fili delle nostre storie ai segni del paesaggio ci avviciniamo alla natura intima delle cose e a quella di noi stessi, aprendo così nuovi spazi interiori di silenzio e di ascolto.

Per maggiori informazioni, costi e iscrizioni:
http://www.ilmasetto.com/project/la-trama/

IMG_278821167339_1826134177649599_3124138189941444279_oIMG_2792IMG_279121122366_1826134460982904_7069466796583697881_oIMG_2794IMG_2796IMG_2806IMG_2817IMG_2818IMG_2819IMG_2823IMG_2825IMG_2839IMG_2842IMG_2843IMG_2847IMG_2849IMG_2856IMG_2873IMG_2880IMG_2885IMG_2886IMG_2887IMG_2888IMG_2903IMG_2904IMG_2905IMG_2906IMG_2907IMG_2908IMG_2909IMG_7711

HERBARIAweb

Alberi che Camminano a Sasso Marconi (BO)

Postato lunedì, gennaio 23rd, 2017 at 17:20
  • ALBERI-CHE-CAMMINANO-SASSO

Quando dipingo in strada, in un angolo del centrocittà, mi prendo il lusso di farlo senza un progetto, senza un intento narrativo o un testo scritto da interpretare. Mi faccio visitare insomma, e le visite che ricevo da un po’ di tempo a questa parte sono alberi, Donne Albero per l’esattezza, con la loro forza vitale che, imbevuta di terra si ramifica da tutte le parti. Solo che poi le Donne Albero mica se ne stanno ferme in un posto, proprio non ne sono capaci: vagabondare, questo è il loro istinto, o forse più, è una loro scelta. Quella di non stare chiuse al calduccio, ma di starsene in giro, per andare a vedere cosa c’è oltre la curva, per stare sempre sul confine, per morire e rinascere come la luna, senza mai sosta.

In mostra a Sasso Marconi ci sarà una selezione di questi disegni nati sul ciglio della strada: gli Alberi che Camminano.

Se ancora non li avete incontrati a Bologna, fino al 1 marzo ne avete l’occasione qualche chilometro più in là…

… e forse sentirete ancora l’eco delle Canzoni della Donna Albero che sono rimaste impigliate nei rami più bassi!

IMG_813416113921_574807542717290_4762959107112454525_n16406694_574824676048910_443218540774879766_nLABORATORI-SASSOweb

IMG_1371IMG_1360IMG_1365IMG_1363IMG_1364IMG_1367IMG_1372

Nomadisegni a Cagliari – NUES Festival

Postato mercoledì, ottobre 26th, 2016 at 18:06

sketch-mar1

Il Liceo Artistico di Cagliari è l’unico istituto superiore della città ad avere un numero di allievi in crescita ogni anno. Nonostante questo da anni gli alunni vagano da una sede all’altra a causa di continui trasferimenti e frammentazioni delle classi, sparse in zone periferiche, senza poter disporre di spazi consoni allo sviluppo degli insegnamenti artistici. La loro battaglia per avere una sede degna, unica e centrale è culminata negli ultimi mesi con presidi di strada e una petizione che potete firmare qui.

Grazie a NUES, Festival Internazionale del Fumetto che quest’anno è giunto alla VII edizione, abbiamo incontrato 20 studenti dell’istituto. Con loro abbiamo fatto un’invasione di Nomadisegni al mercato coperto di San Benedetto, il grande mercato storico cagliaritano. Abbiamo fatto scorpacciata delle storie ordinarie e straordinarie di bancarellari e frequentatori, materia viva per la creazione delle tavole a fumetti e forte esperienza di incontro con la città.

Un grazie speciale a chi ha lavorato per intrecciare gli intenti: Susanna Puddu e Margherita Zanardi dell’Associazione Sustainable Happiness.

IMG_0795IMG_0803IMG_0806IMG_0807IMG_0815IMG_0810IMG_0818IMG_0822IMG_0824IMG_0830IMG_0848IMG_0854IMG_0855IMG_0858IMG_0860IMG_0861sketch roksketch-mar3sketch-mar2

Fogli di viaggio CARTONERI

Postato mercoledì, maggio 25th, 2016 at 13:16

13240524_282920122042433_3315243357171382407_n

Prendete Padova, cercatevi un quartiere cosiddetto degradato per il semplice fatto di avere un’alta percentuale di popolazione formata di immigrati e trovate una classe di una scuola elementare dove solo uno dei 15 bambini ha un genitore italiano.
Ora  mettete insieme un’insegnante bravissima, un libraio indipendente che si inventa editore, un’illustratrice fumettista cantastorie e trovate un tema che li coinvolga tutti: il viaggio. Aggiungete un pizzico di pratica “cartonera” sudamericana, per cui le copertine dei libri diventano un modo per riciclare il cartone, ma soprattutto coinvolgere attivamente bambini e genitori con la scusa di decorarne 150 a mano, una per una. Avrete così “Fogli di viaggio” un bellissimo esperimento “socio-editoriale” nato da un’idea di Giandomenico Tono di Pangea Libreria. La mostra dei disegni bambini è visitabile fino all’11 giugno. QUI per saperne di più


IMG_9441IMG_9442IMG_9443IMG_9444IMG_9445IMG_9446IMG_9447IMG_9448IMG_9449IMG_9439IMG_9440FOGLI-DI-VIAGGIO


Capriole in arrivo alla Biblioteca Lame di Bologna

Postato lunedì, gennaio 18th, 2016 at 18:50

Capriole-Biblioteca-Lame

Nomadisegni all’Arena della Balle di Paglia

Postato martedì, luglio 14th, 2015 at 16:42

arena-balle-di-paglia

Arena Bambini martedi 21 luglio h.18.30

MASCHERE D’ARGINE

Camminata laboratorio tra il Canale Emiliano Romagnolo e il Senio

creazione di maschere di paesaggio con Marina Girardi

per bambini di età 6-12 anni

PROGRAMMA COMPLETO dell’ARENA: https://www.facebook.com/events/600322366770087/

IMG_7512IMG_7530IMG_7515IMG_7540IMG_7544IMG_7546IMG_7557IMG_7559

FUMETTINBICI al TREVISO COMIC BOOK FESTIVAL

Postato lunedì, settembre 22nd, 2014 at 20:22

FIB-Treviso-web

fib-tv

La Restera è la strada che un tempo serviva ai buoi addetti al traino delle imbarcazioni cariche di merci lungo il fiume Sile.

Adesso è un percorso ciclabile che i fumettociclisti attraversano alla ricerca di storie da disegnare.

Il vecchio porto malfamato di Fiera, i paurosi bocchettoni per aspirare il grano, gli scheletri dei barconi tra le alghe del Cimitero dei Burci, pedalando tra le gallinelle d’acqua abbiamo scoperto il lato nascosto di Treviso. I riflessi del sole tra i flutti e il pergolato di un’osteria hanno visto nascere i nostri fumetti, un albero di carta in centro città li ha ospitati per il Treviso Comic Book Festival.

Un grande grazie a Roberto e Emanuela di FIAB Federazione Italiana Amici della Bicicletta Sezione di Treviso, Gianpiero di Domotecnica e Stefania Vian.

http://www.nomadisegni.it/

IMG_4536IMG_4532IMG_4538IMG_4545IMG_4562IMG_4557IMG_4550IMG_4575IMG_4581IMG_4582IMG_4583IMG_4586IMG_4598IMG_4602IMG_4603

zz0

Nomadisegni a Formia

Postato domenica, agosto 24th, 2014 at 20:45

papaverieaceto-formia-web
fib-formia

Formia ha origine mitica e una lunga storia da raccontare: dalle disavventure di Ulisse alle distruzioni della seconda guerra mondiale, dalle campagne dove si produceva il vino Falernum alle rovine industriali ancora in piedi. Siamo partiti dal centro storico di Mola, abbiamo percorso le strade della periferia orientale della città, siamo scappati dalla pioggia e siamo approdati al monte di Gianola da cui lo sguardo abbraccia, come i Monti Aurunci, tutta la città. Le storie create dai fumettociclisti hanno trovato infine il loro posto tra la brezza del mare e il tramonto del Golfo di Gaeta.

NMDS-COMBO3