Archivi per categoria: sassolini

NYUBU – Lastìe, Làres e Strie de la Yatha (Lastroni, Larici e Streghe del Ghiaccio)

Postato venerdì, marzo 3rd, 2017 at 00:37

IMG_1374

Gli uomini che non sanno più riconoscerle le scambiano per le malefiche Strie del la Yatha, le streghe dei ghiacci.

Sono invece le Regine Dolomitiche dell’Inverno, vagano di vetta in vetta per annunciare l’arrivo del gelo, nascondono tra le loro vesti le anime dei morti e custodiscono le chiavi degli inferi, ma sono anche divinità sananti “poichè tengono nelle loro mani, insieme alla sorte del tempo scaduto, il dono della grazia, la promessa di vita futura.

Dalla tradizione più antica sono poste a custodia della soglia che divide l’eterno ritorno dalla lenta caduta nel tempo, tutte accomunate dalla rayèta, la magica pietra azzurra che sorveglia l’inizio, governa l’evoluzione e sigilla l’accesso al mondo degli inferi, affinchè le anime morte possano aspettare nel grembo della terra il sorgere di un nuovo ciclo, quando il tempo sarà compiuto.”

Ulrike Kindle – Miti Ladini delle Dolomiti

IMG_1386IMG_1382IMG_1400IMG_1391IMG_1393IMG_1389

IMG_1375IMG_140120170219_14024420170219_140324IMG_1379aIMG_1388IMG_1394bIMG_1397IMG_1399IMAG0067

NYUBU in questo blog

NYUBU su facebook

Alberi che Camminano a Sasso Marconi (BO)

Postato lunedì, gennaio 23rd, 2017 at 17:20
  • ALBERI-CHE-CAMMINANO-SASSO

Quando dipingo in strada, in un angolo del centrocittà, mi prendo il lusso di farlo senza un progetto, senza un intento narrativo o un testo scritto da interpretare. Mi faccio visitare insomma, e le visite che ricevo da un po’ di tempo a questa parte sono alberi, Donne Albero per l’esattezza, con la loro forza vitale che, imbevuta di terra si ramifica da tutte le parti. Solo che poi le Donne Albero mica se ne stanno ferme in un posto, proprio non ne sono capaci: vagabondare, questo è il loro istinto, o forse più, è una loro scelta. Quella di non stare chiuse al calduccio, ma di starsene in giro, per andare a vedere cosa c’è oltre la curva, per stare sempre sul confine, per morire e rinascere come la luna, senza mai sosta.

In mostra a Sasso Marconi ci sarà una selezione di questi disegni nati sul ciglio della strada: gli Alberi che Camminano.

Se ancora non li avete incontrati a Bologna, fino al 1 marzo ne avete l’occasione qualche chilometro più in là…

… e forse sentirete ancora l’eco delle Canzoni della Donna Albero che sono rimaste impigliate nei rami più bassi!

IMG_813416113921_574807542717290_4762959107112454525_n16406694_574824676048910_443218540774879766_nLABORATORI-SASSOweb

IMG_1371IMG_1360IMG_1365IMG_1363IMG_1364IMG_1367IMG_1372

Auguri Luminosi da Magira InBici

Postato lunedì, dicembre 19th, 2016 at 13:47

NOTTE-FRUTTA-web

AUGURI

IMG_1074IMG_1068IMG_1067IMG_1076IMG_1069IMG_1071IMG_1072IMG_1073IMG_1070IMG_1081RICCIO-BLU

ALBERI CHE CAMMINANO

Postato martedì, novembre 15th, 2016 at 18:02

ALBERI-barbalbero

Marina Girardi

ALBERI CHE CAMMINANO

Mostra di disegni nomadi con radici nella foresta ovunque

15 novembre – 15 gennaio

CENTRO NATURA via Albari 4/a BOLOGNA

nell’ambito della Festa degli Alberi 2016

ORARI:

da lunedì a sabato ore 10.00 – 21.00

domenica: ore 9.30-14.30

EVENTI:

>>>>> MERCOLEDI 30 NOVEMBRE

h 18.00 LIBRERIA TRAME via Goito , 3/c Bologna

Alberi che camminano – incontro con Marina Girardi

L’autrice racconta e canta come nascono i suoi dipinti lenti, sul ciglio di strade di città e sentieri boscosi, alla costante ricerca di radici nella “foresta ovunque”.

h 19.30 CENTRO NATURA via degli Albari, 4/a Bologna

Il racconto cantato continua con una visita guidata alla mostra di disegni originali “Alberi che camminano”.

>>>>> MERCOLEDI 14 DICEMBRE

h 19.30 CENTRO NATURA via degli Albari, 4/a Bologna

La luna tra gli alberi

Marina Girardi dipingerà dal vivo Ritratti Radice di Luna Piena.

INFO:

FESTA DEGLI ALBERI

CENTRO NATURA

LIBRERIA TRAME

IMG_1007

IMG_0913IMG_0914IMG_0916IMG_0921IMG_0925IMG_0926IMG_0920IMG_0929IMG_0932IMG_0933IMG_0936IMG_0937IMG_0939IMG_0940IMG_0941IMG_0945IMG_0949IMG_0950IMG_0954IMG_0957IMG_0961IMG_0971-copiaIMG_0974IMG_0975IMG_0978IMG_0979IMG_0982IMG_0984IMG_0985IMG_0986IMG_0987IMG_0988IMG_0991IMG_0989IMG_0992IMG_0993-copiaIMG_0996IMG_0998IMG_0999IMG_1001IMG_1003IMG_1004IMG_1005IMG_1008IMG_1010IMG_0669

LIBERA – Quaderni a fumetti contro le mafie

Postato mercoledì, ottobre 5th, 2016 at 12:10

DANIELA E MARLEY 00

Giovedi 6 ottobre h.18 30

Presentazione dei quattro quaderni con brevi storie a fumetti sul tema della lotta alle mafie, realizzati da Coop Alleanza 3.0 in collaborazione con Hamelin associazione culturale, in vendita nei negozi di Coop Alleanza 3.0.   Librerie.coop Ambasciatori -  via degli Orefici, 19, 40124 Bologna

Il ricavato dalla vendita andrà a sostegno delle attività di Libera.

I fumetti sono stati realizzati da Fabio Bonetti, Marina Girardi, Gabriele Peddes e Silvia Rocchi.

A voi un’anteprima della storia di Daniela e Marley, che potrete trovare in uno dei nuovi Quaderni di Libera.

DANIELA-E-MARLEY-01

DANIELA-E-MARLEY-02DANIELA-E-MARLEY-03

NYUBU – la Civetta e la Marmoleda

Postato venerdì, agosto 12th, 2016 at 18:05

CIVETTA-PIE-DI-NEVE

Radici profonde nel grembo di un monte

conservano un sepolto segreto

di origini -

(Antonia Pozzi, Radici)

Il cielo che avevo sulla testa quando sono nata era a forma di montagna, di parete dolomitica.

Il Monte Civetta, la Marmolada, le Pale di San Lucano, il Giau, il Nuvolau, le Tofane:

La via che porta alle grandi madri di pietra è incisa dentro, come il corso di un torrente che prima scorre sotterraneo, e poi quando affiora mi trascina con la sua carica misteriosa, mi impone di risalire alla sorgente, di camminare a lungo, di fermarmi a prestare ascolto. Allora mi metto in viaggio, a caccia delle tracce di radici ancestrali che mi legano alla matrice, e così a tutto ciò che mi circonda.

“Le Dolomiti, rivestite di luce di luna, labirintiche montagne-isola chiuse nel loro mistero, formano un paesaggio onirico dove la profonda saggezza del pensiero antico trova una congeniale visualizzazione: le linee geografiche degli antichi atolli corallini non seguono il processo lineare dell’orogenesi alpina, bensì quello curvilineo degli indecifrabili flussi marini. I Monti Pallidi, per analogia, non portano con sé i segni del tempo lineare, bensì il mistero del tempo ciclico, il tempo sacro dell’eterno ritorno. Forse è questo il più remoto, e al contempo il più vero fascino di queste montagne, riconosciute, com’è giusto che sia, patrimonio dell’umanità.”

(Ulrike Kindl, Miti ladini delle Dolomiti)

MARMOLEDACIVETTA

DEVIL

PELMO

PELMO-ENROSADIRAdet

PELMO-ENROSADIRA

GRAZIELLA

FIENILI

NEPALESETANNA-DES-CRODRESdet

TANNA-TXT

CRYSTAL-MOUNTAIN-txt

IMG_9756IMG_9843

IMG_9850

IMG_9839

NYUBU on FACEBOOK

NYUBU – Altopiano di Fanes

Postato venerdì, agosto 12th, 2016 at 17:09

FANES1

IMG_77584

“…esiste un ricercare detto nyubu: significa ritirarsi sui monti per capire se stessi e ricostituire le connessioni con il Grande. É un antichissimo rituale legato ai cicli di preparazione della terra, della semina, del raccolto.”

(Clarissa Pinkola Estés, Donne che corrono coi lupi)

A Tera Salvaria, che in ladino significa “terra selvaggia”, un festival di musica folk che ogni anno si svolge in Val Badia, tra le dolomiti trentine, conosco Ulrike Kindl, una studiosa che ha dedicato gran parte della sua vita allo studio del folklore alpino. Sotto alla pioggia battente della luna piena di agosto, Ulrike ci narra le gesta mitologiche che hanno avuto come scenario proprio le rocce e i boschi che ci circondano: sulle Dolomiti si possono ancora trovare tracce di miti antichissimi, che hanno per protagoniste Regine lunari, Signore di regni sotterranei, Maghe sapienti delle acque, Amazzoni a cavallo dei loro destrieri di tenebra.

Sono narrazioni che risalgono a tempi in cui il mondo degli uomini e delle donne era ancora regolato secondo i cicli lunari e le leggi della natura erano strettamente intrecciate con quelle di un mondo soprannaturale popolato da potenti presenze numinose.

Incastonato tra i ghiacci di vallate che per secoli e secoli sono rimaste isolate dal mondo, questo repertorio mitologico è stato tramandato per via orale ed è miracolosamente sopravvissuto al passaggio degli Dei guerrieri delle società patriarcali, alla zelante opera di bonifica in nome del Dio cristiano e infine ai rimaneggiamenti in chiave romantica di chi comunque fece il preziosissimo lavoro di raccolta e trascrizione all’inizio del secolo scorso.

M’incammino e mi metto in ascolto, annuso le tracce. Vado alla ricerca, con lo sguardo che contempla disegnando. Eccole ancora le grande madri della montagna: si nascondono tra le rocce, tra le sassaie, nei boschi di cirmoli e i baranci di pini mughi, sotto le cascate, in fondo ai torrenti che scavano le valli.

FANES4

FANES2bFANES2

FANES3

FANES5

FANES6-det2FANES6-det

FANES6

FANES7detFANES7

FANES8luis-redeifanes

malgagranfanesMarmotta-e-TofanaIMG_7742IMG_7760

IMG_7745IMG_7820IMG_7901IMG_7909IMG_7838

IMG_7854IMG_7839

NYUBU on FACEBOOK

Cape di Nido* Souvenirs da Crack Festival

Postato mercoledì, luglio 27th, 2016 at 12:27

CAPONIDO2webCAPONIDO1web

Eccoli qui. Due cape di nido coi loro fringuelli nei capelli e i loro disegni selvatici al sempre bellissimo Crack Festival / Giugno 2016 Forte Prenestino / Roma.

See ya next year!

IMG_9695IMG_9697

IMG_9662IMG_9644

IMG_9682

IMG_9663

IL CIRCO dei TA*LENTI dell’APPENNINO

Postato martedì, luglio 5th, 2016 at 07:53

Locandina-Circo

SIGNORE E SIGNORI siete tutti invitati al PRIMO GRANDE CIRCO dei TA*LENTI dell’APPENNINO: 4 giorni di Circo Paniko sull’ansa del Reno, accompagnato da un gruppo di artisti e artigiani della valle del Reno per incontrarci, creare e condividere. Magira e Alberico vi aspettano venerdi, sabato e domenica con libri e disegni e con un laboratorio per creare insieme Maschere del Paesaggio circense. Ecco il programma:

Pieghevole-Talenti-2

13724107_1614082882216784_5659087078746891037_o

Tutto l’album fotografico di Marco del Prà si può vedere QUI

SANTA LIBERATA che apri ogni frontiera di terra, cielo, acqua salata

Postato mercoledì, giugno 29th, 2016 at 12:24

SANTA-LIBERATA-web

Quando ho ricevuto l’invito a partecipare a EXIT VOTO, una mostra collettiva che ospita le opere di 110 artisti italiani a cui sono state commissionate 110 rappresentazioni di santi, mi ero appena trasferita nella mia nuova casa, che si trova nei pressi di Marzabotto, sull’Appennino Bolognese, e che confina con una pieve seicentesca che in origine era dedicata a Sant’Antonio da Padova e a Santa Liberata.

Mentre l’immagine del primo dei due santi campeggia ancora in tutta la zona, dentro piccole edicole di legno appese agli alberi e sopra pilastrini di pietra, della seconda rimane solo un’antica iscrizione. Facendo una ricerca ho scoperto che alcune raffigurazioni di Santa Liberata sono sorprendentemente simili all’immagine della Mater Matuta, la dea pre-romana dell’aurora, che presiede il ciclo naturale della morte e della rinascita, divinità della luce e del ciclo lunare e nutrice di Dioniso, che peraltro presso i romani veniva denominato anche “Libero”.

Da qui viene l’idea di restituire alla santa la raffigurazione della dea madre e di porle in grembo, oltre ai due neonati-falci di luna dell’iconografia classica, la nave lunare simbolo di rinascita, arca che salva dallo sterminio del diluvio universale, barcone che porta con se tutte le genti che devono attraversare le frontiere per raggiungere la loro nuova vita. E da qui nasce l’invocazione alla Madre, di tornare ad abitare tutti i nostri luoghi e a illuminare ogni strada, la prescelta e l’obbligata, che sia di terra, di cielo o di acqua salata.

SANTA LIBERATA

13 stampe firmate e numerate su carta Tintoretto Gesso 250 gr. con inserti in oro

15 x 18 cm


EXIT VOTO

110 artisti | 110 santi

28 giugno – 7 agosto 2016

galleria Parione9 | www.parione9.com | Roma

mostra colletiva a cura di Rossana Calbi

Parione9, la galleria d’arte nel cuore della Roma barocca di piazza Navona, inaugura Exit Voto, mostra collettiva a cura di Rossana Calbi. Lo spazio delle galleriste Marta Bandini ed Elettra Bottazzi ospita le opere dei 110 artisti italiani a cui sono state commissionate 110 rappresentazioni agiografiche.
Le 110 opere su carta sono realizzate in piccolo formato, 15×18 cm, a ricordare i “santini”, con le preghiere scritte sul retro che trovavamo nei cassetti delle nostre nonne. Queste immagini sono la testimonianza di una devozione antica che, in questa mostra, segnano l’uscita dalle costrizioni rigide che l’uomo spesso pone alle proprie azioni. Nell’ex voto suscepto, nella promessa fatta, forse possiamo trovare il giusto riscatto e concedere a noi stessi quella grazia che cerchiamo nella preghiera verso l’altro.
DaI 28 giugno al 7 agosto 2016 i 110 artisti italiani portano i loro “santini” nel cuore di una Roma che si muove lenta nell’iter del nuovo Giubileo.

L’allestimento è a cura di Francesca Toscano con Marta Bandini ed Elettra Bottazzi.

Il logo della mostra è stato realizzato da Shone.

Con opere di: ADR, Daniele Aimasso, AKAB, Nicola Alessandrini, ALT97, Morg Armeni, Marta Baroni, Alberto Becherini, Beatrice Bogoni, Valeria Bovo, Riccardo Bucchioni, Saturno Buttò, Erica Calardo, Valentina Campagni, Cancelletto, Amalia Caratozzolo, Piercarlo Carella, Marco Carli Rossi, Luisa Catucci, Stefano Cerioli, Elena Cermaria, Alberto Corradi, Cunene, Annabella Cuomo, Martina D’Anastasio, Francesco D’Isa, Alexander Daniloff, Alessandra De Cristofaro, Lorenzo De Luca, Marco Demis, Gerlanda Di Francia, Yari Di Giampietro, Michela Di Lanzo, Giulia Bannister Di Vara, Oscar Diodoro, Claudia Ducalia, Adriana Farina, Giorgio Finamore, Gavino Ganau, Cristina Gardumi, Titti Garelli, Anita Genca, Sonia Giampaolo, Marina Girardi, Cecilia Granata, Cris Gucci, Michele Guidarini, Ironmould, Anastasia Kurakina, Zoe Lacchei, lafabbricadibraccia, Diletta Lembo, Lisinka, littlepoints…, Lucamaleonte, Lucrèce, Lucrezia*U, Davide “Dartworks” Mancini, Marco About, Sergio Masala, Livia Massaccesi, Ilaria Meli, Miss Juliet, Misstendogiallo, Moby Dick, Luisa Montalto, Stefano Moscardini, Giorgia Necci, Neirus, Ilaria Novelli, Ombrascura, Nicoletta Pagano, Pax Paloscia, Daria Palotti, Giuseppe Palumbo, Massimo Pasca, Valeria Patrizi, Valeria Perversi, Marco Petrella, Daria Petrilli, Marianna Pisanu, Alberto Ponticelli, Cristina Portolano, Giacomo Rabufetti, Shanti Ranchetti, Marco Rea, Elisa Riscaldani, Alessandro Ripane, Elisabetta Romagnoli, Stefano Ronchi, Anita Rossi, Italia Ruotolo, Stefania Santarcangelo, Pelin Santilli, Glenda Sburelin, sempre lucida, Chiara Sgarbi, Shone, Silvia Sicks, Flavia Sorrentino, Tenia, Ania Tomicka, Ilaria Trionfetti, Ver Eversum, Alina Verniano, Violet not the color, Francesco Viscuso, Giada Wood, Zelda Bomba

locandina-exit-voto-WEB

santaliberataoro

Conegliano 1000

Postato lunedì, giugno 13th, 2016 at 14:56

MONTALBAN1

Anch’io, un po’ come la protagonista di questa storia, pensavo che a Conegliano, la città della mia adolescenza, non succedesse mai niente.

Poi ricevo questa sceneggiatura scritta da Luca Vanzella, in cui si racconta la storia di un’ardimentosa garibaldina, Maddalena Montalban, vissuta a pochi metri da dove frequentavo il liceo. Decido di disegnarla e prendere parte così a un invasione di fumetti e illustrazioni -a opera del Treviso Comics Book Festival- in occasione dei 1000 anni di storia della città.

Et voilà!

Conegliano compie 1.000 anni e li celebra con un’iniziativa che fonde storia, fumetto, illustrazione, calligrafia e arti visive: Conegliano 1.000. Fino al 30 giugno a Palazzo Sarcinelli si potrà visitare una doppia mostra dedicata alla storia della città.


>>>FUMETTO: il fumetto “Conegliano 1.000” scritto da Luca Vanzella (Orfani, Dylan Dog) e disegnato da Andrea Meneghin, Lucia Fioretti, Giulia De Toffol, Marina Girardi, Paolo Gallina,Damiano Boscaratto.

>>>ILLUSTRAZIONE: 15 illustrazioni raffiguranti i “Personaggi storici di Conegliano” realizzate da Martina Tonello Eliana Albertini Giovanni Da Re,Mika Madden Ale GiorginiFrancesca RizOscar Odd DiodoroMichele BruttomessoMarica Zottino – illustration & surface designOsvaldo Oz CasanovaDavid SossellaCLAC IllustrationsClaudio BandoliRoberto La Forgia illustratorNicola Ferrarese.

INFO:

http://www.comune.conegliano.tv.it/
http://www.trevisocomicbookfestival.it/

MONTALBAN2MONTALBAN3MONTALBAN4MONTALBAN5MONTALBAN6MONTALBAN7MONTALBAN8

L’ARGINE a saluti da Cotignyork

Postato lunedì, maggio 23rd, 2016 at 11:46

mostra Cotignyork1denisrivamostra Cotignyork2

mostra Cotignyork313161700_1722308571387725_2998972144144906227_o13116274_1722308624721053_1435244814432732987_o

Schermata 2016-05-16 alle 12.42.18Schermata 2016-05-16 alle 11.56.51Schermata 2016-05-16 alle 12.43.23Schermata 2016-05-16 alle 12.42.53